Privacy policy

Documento informativo ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 13, D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196, relativo alla tutela del trattamento dei dati personali

Gent. Sig./Gent.ma Sig.ra,
desideriamo informarLa che il D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 (“Codice in materia di protezione dei dati personali”) prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali.
Secondo la normativa indicata, La informiamo che i dati sensibili da Lei conferiti nell’ambito delle attività del Progetto Prevenzione 2020 saranno raccolti e trattati secondo i principi di correttezza, liceità, trasparenza, pertinenza e non eccedenza in relazione ai fini istituzionali per le seguenti finalità:

1. programmazione, attivazione e svolgimento delle attività di fruizione dei servizi di formazione e/o informazione previsti dal progetto Prevenzione 2020, che si svolgeranno sia all’interno di locali, con standard di sicurezza e qualità previsti dalla disciplina comunitaria, nazionale e regionale, sia mediante la piattaforma collaborativa on line prevista;

2. programmazione e realizzazione di interviste, focus group, raccolta materiale per l’individuazione e la catalogazione di eventi significativi e casi di eccellenza utili a sviluppare una cultura operativa e partecipata della prevenzione dei rischi sul lavoro da parte di RLS e RLST;

3. inserimento nella mailing-list dell’RTI del progetto Prevenzione 2020 per comunicazioni riguardanti le attività previste dal progetto;

4. svolgimento di ogni attività procedimentale necessaria, laddove richiesta dall’amministrazione pubblica, inerente allo svolgimento delle suddette attività e gestite dall’RTI;

5. analisi statistiche e indagini svolte all’interno dell’RTI al fine di migliorare i servizi e l’assistenza ai destinatari del progetto o al fine di migliorare l’attività stessa;

6. approfondimento della conoscenza e interpretazione del sistema formativo regionale, del territorio e degli aspetti sociali;

7. adempimento di obblighi derivanti da leggi, contratti, regolamenti in materia di previdenza e assistenza anche integrativa e complementare, di igiene e sicurezza del lavoro, in materia fiscale, in materia assicurativa e di privacy;

8. tutela dei diritti in sede giudiziaria;

I dati conferiti potranno essere comunicati, per le medesime finalità di cui ai punti sopra elencati, ai seguenti soggetti: INAIL Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro e le malattie professionali, Istituzione Pubbliche competenti e, su richiesta, Magistratura ed altri Organi di Pubblica Sicurezza, Istituti di assicurazione per denuncia infortuni e per la connessa responsabilità civile. I dati potranno inoltre essere diffusi, esclusivamente dall’RTI ed esclusivamente in forma aggregata, per finalità divulgative, di ricerca, di formazione.

L’art. 7 del Decreto conferisce all’interessato l’esercizio di specifici diritti, tra cui quello di ottenere dal titolare la conferma dell’esistenza o meno di propri dati personali, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma inte lligibile; di avere conoscenza dell’origine dei dati, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento; di ottenere gli estremi identificativi del titolare del trattamento; di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l’aggiornamento, la rettificazione o, se vi è interesse, integrazione dei dati; opporsi per motivi legittimi, al trattamento.

I dati raccolti saranno trattati sia manualmente attraverso documentazione cartacea sia attraverso l’ausilio di strumenti elettronici ed automatizzati, secondo le modalità e le cautele previste dal predetto D.Lgs, ad opera di soggetti appositamente incaricati e conservati per il tempo necessario all’espletamento delle attività previste dal progetto e amministrative riferibili alle predette finalità.
Il trattamento dei dati sensibili avviene nel rispetto delle prescrizioni previste dalle autorizzazioni generali del Garante della protezione dei dati personali, che riguardano il trattamento dei dati idonei a rivelare lo stato di salute delle persone e il trattamento di dati effettuati da fondazioni ed organismi di tipo associativo (aut.2/2005 e aut. 3/2005). In relazione ai trattamenti effettuati si precisa che:
Titolare del trattamento dei dati è l’RTI del progetto Prevenzione 2020 che ha personalità giuridica autonoma, nella persona del Rappresentante Legale del Capofila, Stefano Mastrovincenzo.

Responsabili del trattamento dei dati sono:
– Per IAL Nazionale: Stefano Mastrovincenzo, ial.nazionale@ialcisl.it
– Per Fondazione Di Vittorio: Carlo Ghezzi, segreteria@fdv.cgil.it
– Per Enfap: Luigi Candido Sciacovelli, presidenza@enfap.emr.it

I soggetti a cui i Suoi dati personali potranno essere comunicati o che potranno venirne a conoscenza sono:
– Lo staff del progetto, responsabili, Coordinatori, Animatori della community, il personale di Segreteria e Amministrazione, nonché il Responsabile del CED, tutti vincolati alla assoluta riservatezza;
– I Relatori delle iniziative seminariali strettamente interessati, esclusivamente per i dati necessari alle attività formative e informative.

I dati personali non saranno oggetto di diffusione o comunicazione fuori dai casi previsti dalla legge e con le modalità al riguardo consentite.
La informiamo, inoltre, che potrà far valere i propri diritti come espressi dall’artt. 7, 8, 9 e 10 del D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196, rivolgendosi al Titolare del trattamento.

L’acquisizione di questi dati è presupposto indispensabile per l’instaurazione e lo svolgimento dei rapporti cui la stessa acquisizione è finalizzata. L’eventuale rifiuto di conferirli comporta l’impossibilità di procedere per le finalità di cui ai precedenti punti 1-8.